Le News del Centro Servizi per le Imprese - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari http://www.csimprese.it https://www.csimprese.it/images/logo_camcom.gif http://www.csimprese.it Camera di Commercio di Macerata Le News del Centro Servizi per le Imprese http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss http://www.csimprese.it <![CDATA[ Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2021 ]]> https://www.csimprese.it/P42A655C588S14/Bando-voucher-digitali-I4-0---Anno-2021.htm Mon, 11 Oct 2021 00:10:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A655C588S14/Bando-voucher-digitali-I4-0---Anno-2021.htm Sul sito della Camera di Commercio di Cagliari-Oristano è stato pubblicato il Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2021. Tutte le informazioni ed i moduli per la richiesta di contributi sono disponibili nella sezione Bandi e contributi del sito camerale.

Le domande potranno essere presentate dalle ore 8.00 del 18 ottobre 2021 alle ore 21.00 del 12 novembre 2021.

 

Per informazioni: 

Punto Impresa Digitale – PID

Centro Servizi Promozionali per le Imprese

Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari - Oristano

c/o Largo Carlo Felice, 68 – 09124 Cagliari

Tel. 070 60512. 332 / 331 / 336 / 275

Email: pidcagliari@csimprese.it

 

]]>
Sul sito della Camera di Commercio di Cagliari-Oristano è stato pubblicato il Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2021. Tutte le informazioni ed i moduli per la richiesta di contributi sono disponibili nella sezione Bandi e contributi del sito camerale.

Le domande potranno essere presentate dalle ore 8.00 del 18 ottobre 2021 alle ore 21.00 del 12 novembre 2021.

 

Per informazioni: 

Punto Impresa Digitale – PID

Centro Servizi Promozionali per le Imprese

Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari - Oristano

c/o Largo Carlo Felice, 68 – 09124 Cagliari

Tel. 070 60512. 332 / 331 / 336 / 275

Email: pidcagliari@csimprese.it

 

]]>
redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
<![CDATA[ Progetto SEI - Avviso Stay Export - web mentoring per le imprese ]]> https://www.csimprese.it/P42A656C2S1/Progetto-SEI---Avviso-Stay-Export---web-mentoring-per-le-imprese.htm Mon, 11 Oct 2021 00:10:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A656C2S1/Progetto-SEI---Avviso-Stay-Export---web-mentoring-per-le-imprese.htm Sul sito internet della Camera di Commercio di Cagliari-Oristano - sezione Internazionalizzazione è stato pubblicato l'Avviso per le attività di web mentoring all'estero "Stay Export", nell'ambito del progetto Progetto SEI - Sostegno all’Export dell’Italia.

 

 

Per informazioni:

Centro Servizi Promozionali per le Imprese

Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari - Oristano

c/o Largo Carlo Felice, 68 – 09124 Cagliari

Tel. 070 60512. 331 / 332

Email:

alessandra.dessi@csimprese.it

alessia.bacchiddu@csimprese.it

 

 

]]>
Sul sito internet della Camera di Commercio di Cagliari-Oristano - sezione Internazionalizzazione è stato pubblicato l'Avviso per le attività di web mentoring all'estero "Stay Export", nell'ambito del progetto Progetto SEI - Sostegno all’Export dell’Italia.

 

 

Per informazioni:

Centro Servizi Promozionali per le Imprese

Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari - Oristano

c/o Largo Carlo Felice, 68 – 09124 Cagliari

Tel. 070 60512. 331 / 332

Email:

alessandra.dessi@csimprese.it

alessia.bacchiddu@csimprese.it

 

 

]]>
redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
<![CDATA[ Avviso pubblico riapertura dei termini per la selezione di Giovani MPMI con progetti/iniziative di business circolare - Contest Giovani Imprese dell'Economia Circolare - Progetto ECO-CIRCuS finanziato dal PO IFM 2014-2020 ]]> https://www.csimprese.it/P42A651C2S1/Avviso-pubblico-riapertura-dei-termini-per-la-selezione-di-Giovani-MPMI-con-progetti-iniziative-di-business-circolare---Contest-Giovani-Imprese-dell-Economia-Circolare---Progetto-ECO-CIRCuS-finanziato-dal-PO-IFM-2014-2020.htm Mon, 02 Aug 2021 00:08:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A651C2S1/Avviso-pubblico-riapertura-dei-termini-per-la-selezione-di-Giovani-MPMI-con-progetti-iniziative-di-business-circolare---Contest-Giovani-Imprese-dell-Economia-Circolare---Progetto-ECO-CIRCuS-finanziato-dal-PO-IFM-2014-2020.htm

ATTENZIONE: SONO STATI RIAPERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CANDIDATURA FINO AL 30 SETTEMBRE 2021

AVVISO PUBBLICO

ART. 1 Contesto di riferimento

ECO-CIRCuS è un progetto finanziato dal PO IFM 2014-2020, con l’obiettivo di incrementare a livello transfrontaliero il tessuto delle MPMI delle filiere prioritarie connesse alla crescita blu e verde, migliorando il know how e le competenze imprenditoriali e professionali attraverso servizi di tutoring e coaching che supportino le imprese nella transizione all’economia circolare.

Coordinati dal CENTRO SERVIZI PROMOZIONALI PER LE IMPRESE (Sardegna), Capofila, sono coinvolti in qualità di partner del Progetto ECO-CIRCuS: CENTRO SPERIMENTAZIONE E ASSISTENZA AGRICOLA (Liguria), SCUOLA SUPERIORE DI STUDI UNIVERSITARI E DI PERFEZIONAMENTO SANT’ANNA – ISTITUTO DI BIOROBOTICA (Toscana), CHAMBRE DE COMMERCE ET D’INDUSTRIE DE LA HAUTE-CORSE (Corsica), CHAMBRE DE COMMERCE ET D’INDUSTRIE DU VAR (Var), INNOLABS SRL (Toscana).

Sulla base di un’analisi dei bisogni condotta su ciascun territorio, il partenariato ha individuato il percorso “Contest Giovani Imprese dell’Economia Circolare” quale rete di servizi transfrontalieri di cui beneficeranno i candidati:

  • Sessioni di tutoraggio;
  • Sessioni di coaching;
  • Pitching day;
  • Premi.

In particolare, il percorso “Contest Giovani Imprese dell’Economia Circolare” si propone di favorire la diffusione dei nuovi modelli di business circolare più accessibili per le piccole realtà, quali i processi di trasformazione creativa (nuovi processi/prodotti/servizi; miglioramento e innovazione dei processi/prodotti/servizi in uso) per il reimpiego degli scarti e/o la riduzione di utilizzo delle risorse.

ART.2 Obiettivi

Il presente avviso intende selezionare 25 “giovani” MPMI (5 della Sardegna, 5 della Liguria, 5 della Toscana, 5 della Corsica e 5 del Var), con progetti/iniziative di sviluppo di business circolare volti ad accrescere direttamente o indirettamente la competitività delle filiere prioritarie del programma transfrontaliero.

Le imprese selezionate verranno immesse nel percorso del “Contest Giovani Imprese dell’Economia Circolare” attraverso il quale gli esperti selezionati da ciascun partner erogheranno servizi qualificati:

  • supporto strategico per il miglioramento nell’ambito dell’economia circolare (sessioni di tutoraggio);
  •  accompagnamento per lo sviluppo di un piano di business circolare (sessioni di coaching).

Scarica il Bando - Avviso pubblico completo (pdf ITA) ===> clicca qui

Scarica il Formulario di candidatura (fac-simile docx ITA) ===> clicca qui

Scarica il modulo di Domanda di candidatura (docx ITA) ===> clicca qui

]]>

ATTENZIONE: SONO STATI RIAPERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CANDIDATURA FINO AL 30 SETTEMBRE 2021

AVVISO PUBBLICO

ART. 1 Contesto di riferimento

ECO-CIRCuS è un progetto finanziato dal PO IFM 2014-2020, con l’obiettivo di incrementare a livello transfrontaliero il tessuto delle MPMI delle filiere prioritarie connesse alla crescita blu e verde, migliorando il know how e le competenze imprenditoriali e professionali attraverso servizi di tutoring e coaching che supportino le imprese nella transizione all’economia circolare.

Coordinati dal CENTRO SERVIZI PROMOZIONALI PER LE IMPRESE (Sardegna), Capofila, sono coinvolti in qualità di partner del Progetto ECO-CIRCuS: CENTRO SPERIMENTAZIONE E ASSISTENZA AGRICOLA (Liguria), SCUOLA SUPERIORE DI STUDI UNIVERSITARI E DI PERFEZIONAMENTO SANT’ANNA – ISTITUTO DI BIOROBOTICA (Toscana), CHAMBRE DE COMMERCE ET D’INDUSTRIE DE LA HAUTE-CORSE (Corsica), CHAMBRE DE COMMERCE ET D’INDUSTRIE DU VAR (Var), INNOLABS SRL (Toscana).

Sulla base di un’analisi dei bisogni condotta su ciascun territorio, il partenariato ha individuato il percorso “Contest Giovani Imprese dell’Economia Circolare” quale rete di servizi transfrontalieri di cui beneficeranno i candidati:

  • Sessioni di tutoraggio;
  • Sessioni di coaching;
  • Pitching day;
  • Premi.

In particolare, il percorso “Contest Giovani Imprese dell’Economia Circolare” si propone di favorire la diffusione dei nuovi modelli di business circolare più accessibili per le piccole realtà, quali i processi di trasformazione creativa (nuovi processi/prodotti/servizi; miglioramento e innovazione dei processi/prodotti/servizi in uso) per il reimpiego degli scarti e/o la riduzione di utilizzo delle risorse.

ART.2 Obiettivi

Il presente avviso intende selezionare 25 “giovani” MPMI (5 della Sardegna, 5 della Liguria, 5 della Toscana, 5 della Corsica e 5 del Var), con progetti/iniziative di sviluppo di business circolare volti ad accrescere direttamente o indirettamente la competitività delle filiere prioritarie del programma transfrontaliero.

Le imprese selezionate verranno immesse nel percorso del “Contest Giovani Imprese dell’Economia Circolare” attraverso il quale gli esperti selezionati da ciascun partner erogheranno servizi qualificati:

  • supporto strategico per il miglioramento nell’ambito dell’economia circolare (sessioni di tutoraggio);
  •  accompagnamento per lo sviluppo di un piano di business circolare (sessioni di coaching).

Scarica il Bando - Avviso pubblico completo (pdf ITA) ===> clicca qui

Scarica il Formulario di candidatura (fac-simile docx ITA) ===> clicca qui

Scarica il modulo di Domanda di candidatura (docx ITA) ===> clicca qui

]]>
redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
<![CDATA[ Circular Expert Task Force - Avviso Congiunto riapertura dei termini per la creazione di un elenco di esperti per servizi di tutoring e coaching Economia Circolare ]]> https://www.csimprese.it/P42A649C2S1/Circular-Expert-Task-Force---Avviso-Congiunto-riapertura-dei-termini-per-la-creazione-di-un-elenco-di-esperti-per-servizi-di-tutoring-e-coaching-Economia-Circolare.htm Mon, 02 Aug 2021 00:08:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A649C2S1/Circular-Expert-Task-Force---Avviso-Congiunto-riapertura-dei-termini-per-la-creazione-di-un-elenco-di-esperti-per-servizi-di-tutoring-e-coaching-Economia-Circolare.htm

Progetto EcoCircUS | Avviso selezione esperti per tutoring e coaching

19 aprile 2021

Avviso di riapertura dei termini per la costituzione di una Circular Expert Task Force composta da esperti nel campo dell’economia circolare che erogheranno servizi di tutoring e coaching alle MPMI partecipanti al Contest Giovani Imprese.

Le domande di iscrizione potranno essere presentate fino al 30/09/2021.

 

Scarica l'Avviso completo PDF ==> Clicca qui

Scarica l'Allegato 1 - domanda di partecipazione ==> Clicca qui

 

]]>

Progetto EcoCircUS | Avviso selezione esperti per tutoring e coaching

19 aprile 2021

Avviso di riapertura dei termini per la costituzione di una Circular Expert Task Force composta da esperti nel campo dell’economia circolare che erogheranno servizi di tutoring e coaching alle MPMI partecipanti al Contest Giovani Imprese.

Le domande di iscrizione potranno essere presentate fino al 30/09/2021.

 

Scarica l'Avviso completo PDF ==> Clicca qui

Scarica l'Allegato 1 - domanda di partecipazione ==> Clicca qui

 

]]>
redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
<![CDATA[ AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO RISTRETTO (SHORT LIST) PER L'AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ORIENTAMENTO AL LAVORO ]]> https://www.csimprese.it/P42A654C2S1/AVVISO-PUBBLICO-PER-LA-COSTITUZIONE-DI-UN-ELENCO-RISTRETTO---SHORT-LIST--PER-L-AFFIDAMENTO-DI-INCARICHI-DI-COLLABORAZIONE-ORIENTAMENTO-AL-LAVORO.htm Thu, 15 Jul 2021 00:07:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A654C2S1/AVVISO-PUBBLICO-PER-LA-COSTITUZIONE-DI-UN-ELENCO-RISTRETTO---SHORT-LIST--PER-L-AFFIDAMENTO-DI-INCARICHI-DI-COLLABORAZIONE-ORIENTAMENTO-AL-LAVORO.htm
  • Oggetto dell’Avviso
  • Nell’ambito delle attività di formazione, docenza e consulenza nei progetti destinati alle Imprese ed agli Istituti Superiori (studenti e docenti), in ambito di “Orientamento al lavoro e alle professioni”, con il presente Avviso, il Centro Servizi per le Imprese, Azienda Speciale della CCIAA di Cagliari - Oristano, intende istituire un elenco ristretto (SHORT LIST) per il conferimento di incarichi di collaborazione, in ottemperanza a quanto disposto dall’articolo Art. 18, comma 2bis, D.L n° 112 del 25.06.2008, convertito con legge n.133 del 06.08.2008, e successive modificazioni.

     

    1. Finalità della selezione

    La costituzione della Short List è finalizzata ad individuare i seguenti profili professionali, a cui affidare con successivo incarico, la realizzazione delle attività di cui sopra:

    1. Professionisti diplomati o laureati - esperti in avvio di start up e organizzazione aziendale, con competenza ed esperienza nella formazione/docenza in corsi e seminari;
    2. Professionisti diplomati o laureati con esperienza nella formazione/docenza nelle tematiche di Orientamento al lavoro.
    3. Professionisti diplomati o laureati, esperti in comunicazione con competenze ed esperienza nella gestione dei social media come canali strategici nel business.
    4. Professionisti diplomati o laureati esperti nella redazione di Business Plan e pratiche di finanziamento per l’avvio di impresa.

    Determinazione n. 69 del 14 luglio 2021

    Scarica qui l'avviso pubblico completo (PDF)

    Scarica qui la domanda di inserimento nella short list (RTF)

    ]]>
  • Oggetto dell’Avviso
  • Nell’ambito delle attività di formazione, docenza e consulenza nei progetti destinati alle Imprese ed agli Istituti Superiori (studenti e docenti), in ambito di “Orientamento al lavoro e alle professioni”, con il presente Avviso, il Centro Servizi per le Imprese, Azienda Speciale della CCIAA di Cagliari - Oristano, intende istituire un elenco ristretto (SHORT LIST) per il conferimento di incarichi di collaborazione, in ottemperanza a quanto disposto dall’articolo Art. 18, comma 2bis, D.L n° 112 del 25.06.2008, convertito con legge n.133 del 06.08.2008, e successive modificazioni.

     

    1. Finalità della selezione

    La costituzione della Short List è finalizzata ad individuare i seguenti profili professionali, a cui affidare con successivo incarico, la realizzazione delle attività di cui sopra:

    1. Professionisti diplomati o laureati - esperti in avvio di start up e organizzazione aziendale, con competenza ed esperienza nella formazione/docenza in corsi e seminari;
    2. Professionisti diplomati o laureati con esperienza nella formazione/docenza nelle tematiche di Orientamento al lavoro.
    3. Professionisti diplomati o laureati, esperti in comunicazione con competenze ed esperienza nella gestione dei social media come canali strategici nel business.
    4. Professionisti diplomati o laureati esperti nella redazione di Business Plan e pratiche di finanziamento per l’avvio di impresa.

    Determinazione n. 69 del 14 luglio 2021

    Scarica qui l'avviso pubblico completo (PDF)

    Scarica qui la domanda di inserimento nella short list (RTF)

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Webinar Turismo culturale ]]> https://www.csimprese.it/P42A650C2S1/Webinar-Turismo-culturale.htm Fri, 23 Apr 2021 00:04:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A650C2S1/Webinar-Turismo-culturale.htm

    Webinar Turismo culturale

    La promozione del prodotto turistico culturale. Le parole, i toni, i concetti per la comunicazione 2021 6 maggio 2021 H. 15 – 16,30

    L’iniziativa si innesta nel quadro delle attività previste dal Progetto Archeologika, voluto dalla Regione Sardegna in collaborazione con la Camera di Commercio di Cagliari per rafforzare e promuovere il turismo culturale con particolare riferimento al segmento legato al vastissimo patrimonio archeologico isolano.

     Al webinar possono partecipare i seguenti soggetti:

     

    Imprese del comparto ricettivo

    Imprese della ristorazione

    Imprese che si occupano della gestione di beni culturali ( scavi, musei, ecc..)

    Imprese che gestiscono servizi al turismo ( trasporti, sport, escursionismo)

    Aggregazioni di imprese afferenti ad uno o più dei comparti citati.

     

    La promozione del prodotto turistico culturale: le parole ed i toni per la comunicazione - collegati cliccando qui per accedere alla registrazione integrale del webinar

    Per scaricare le diapositive del seminario clicca qui

     

     

    ]]>

    Webinar Turismo culturale

    La promozione del prodotto turistico culturale. Le parole, i toni, i concetti per la comunicazione 2021 6 maggio 2021 H. 15 – 16,30

    L’iniziativa si innesta nel quadro delle attività previste dal Progetto Archeologika, voluto dalla Regione Sardegna in collaborazione con la Camera di Commercio di Cagliari per rafforzare e promuovere il turismo culturale con particolare riferimento al segmento legato al vastissimo patrimonio archeologico isolano.

     Al webinar possono partecipare i seguenti soggetti:

     

    Imprese del comparto ricettivo

    Imprese della ristorazione

    Imprese che si occupano della gestione di beni culturali ( scavi, musei, ecc..)

    Imprese che gestiscono servizi al turismo ( trasporti, sport, escursionismo)

    Aggregazioni di imprese afferenti ad uno o più dei comparti citati.

     

    La promozione del prodotto turistico culturale: le parole ed i toni per la comunicazione - collegati cliccando qui per accedere alla registrazione integrale del webinar

    Per scaricare le diapositive del seminario clicca qui

     

     

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Centro Servizi Promozionali per le Imprese member of the NEX-LABS project consortium ]]> https://www.csimprese.it/P42A648C2S1/Centro-Servizi-Promozionali-per-le-Imprese-member-of-the-NEX-LABS-project-consortium.htm Fri, 29 Jan 2021 00:01:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A648C2S1/Centro-Servizi-Promozionali-per-le-Imprese-member-of-the-NEX-LABS-project-consortium.htm

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese member of the NEX-LABS project consortium

     

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese is part of the newly launched NEX-LABS project, co-funded by the European Union under the ENI CBC Mediterranean Sea Basin Programme and has the ambitous goal to set up a long term regional policy of the Mediterranean Strategy for Sustainable Development..

    The project kicked off officially in September 2020 and during its lifepan of 30 months aims to support implementation of clean technologies for sustainable and resilient increase of agri-food sector production based on a more efficient use of energy (renewable/solar solutions) and water (wastewater treatment, water harvesting or reuse solutions) in MPC region thanks to the contributions of ICT such as blockchain technology, Internet or the Things (IoT), Artificial Intelligence (AI), Machine Learning and Big Data. Beyond MPC national or regional Water/Energy/Food (WEF) policy development programs, NEX-LABS will contribute to the regional policy development of the Mediterranean Strategy for Sustainable Development 2016-2025 and to the 2030 Sustainable Development Agenda through innovative integrated WEF+ICT technologies to face SDGs 2, 6&7 thanks to NDOLLs approach.

    NEX-LABS targeted territories, characterized by water scarcity/irregular rainfall/population distribution, reflect agriculture as largest user of water (70-90%) while future global warming projections (≈2ºC) involve summer precipitation (-10/-30%) threatening water availability (-2/-15%) and agricultural productivity (-12/-40%). The latent conflict between energy efficiency (≈60%) and water production is also increasing energy footprint/m3 of water used to produce food. The predicted future shortfalls in Water/Energy/Food (WEF) requires a NEXUS approach.
     
    NEX-LABS intends to contribute to the creation of a sustainable and resilient agrifood sector based on NEXUS driven Open Living Labs (NDOLL) approach, thus strengthening technology transfer, cooperation industry-academia, increasing commercialisation opportunities and innovation-driven growth. Throughout the project implementation, it is expected to reverse this trend and generate a mid- term impact through NDOLL approach to test, recommend and implement those integrated NEXUS technologies in the agri-food sector, complemented by products, services and programmes to boost linked businesses. NEX-LABS targets a plethora of stakeholders, including public institutions such as ministries and national agencies, research centers or universities, SMEs, entities of the entrepreneurship ecosystem such as companies/ technology transfer organizations /technological parks/venture capital/business angels, entities collaborating to the public debate such as communication multipliers/think tanks, civil society organizations.

    The main outputs derived from NEX-LABS activities include 2 NEXUS- Driven Open Living Labs established; 4 business ideas benefiting from acceleration grants; 16 testing and 42 acceleration vouchers allocated; a summer school celebrated with the participation of 50 entrepreneurs; 6 spin-offs established with 6 co-patents registered; a Job bank and 8 Join Research Contracts signed.

     

    About the partnership

    NEX-LABs project includes a partnership of 11 institutions (Autonomous University of Barcelona (ES), Chamber of Commerce and Industry of the Center (TN), Royal Scientific Society- Aqaba Liaison Center (JO), Berytech Foundation (LB), INNOLABS SRL (IT), Academy of Scientific Research and Technology (EG), American University of Beirut (LB), Centre for promotional services to enterprises – Special Agency of Cagliari Chamber of Commerce (IT), Net7 Srl (IT), C.I.P Citizens In Power (CY), The Jordanian Hashemite Fund for Human Development /Princess Basma Community Development Centre Aqaba (JO)) from 7 different countries across the Mediterranean. 

    With reference B_A2.1._0124, NEX-LABS project is funded by the EU under the ENI CBC Med Programme. With a total budget of €3.450.984,97, the project has received a contribution of € 3.105.866,47 (90%).
     
    About the programme

    The 2014-2020 ENI CBC Mediterranean Sea Basin Programme (http://www.enicbcmed.eu/)  is a multilateral Cross-Border Cooperation (CBC) initiative funded by the European Neighbourhood Instrument (ENI). The Programme objective is to foster fair, equitable and sustainable economic, social and territorial development, which may advance cross-border integration and valorise participating countries’ territories and values. 

    The following 13 countries participate in the Programme: Cyprus, Egypt, France, Greece, Israel, Italy, Jordan, Lebanon, Malta, Palestine, Portugal, Spain, Tunisia. The Managing Authority (MA) is the Autonomous Region of Sardinia (Italy). Official Programme languages are Arabic, English and French. 

    Download NEX-LABS announcement for institutional (PDF)

    ]]>

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese member of the NEX-LABS project consortium

     

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese is part of the newly launched NEX-LABS project, co-funded by the European Union under the ENI CBC Mediterranean Sea Basin Programme and has the ambitous goal to set up a long term regional policy of the Mediterranean Strategy for Sustainable Development..

    The project kicked off officially in September 2020 and during its lifepan of 30 months aims to support implementation of clean technologies for sustainable and resilient increase of agri-food sector production based on a more efficient use of energy (renewable/solar solutions) and water (wastewater treatment, water harvesting or reuse solutions) in MPC region thanks to the contributions of ICT such as blockchain technology, Internet or the Things (IoT), Artificial Intelligence (AI), Machine Learning and Big Data. Beyond MPC national or regional Water/Energy/Food (WEF) policy development programs, NEX-LABS will contribute to the regional policy development of the Mediterranean Strategy for Sustainable Development 2016-2025 and to the 2030 Sustainable Development Agenda through innovative integrated WEF+ICT technologies to face SDGs 2, 6&7 thanks to NDOLLs approach.

    NEX-LABS targeted territories, characterized by water scarcity/irregular rainfall/population distribution, reflect agriculture as largest user of water (70-90%) while future global warming projections (≈2ºC) involve summer precipitation (-10/-30%) threatening water availability (-2/-15%) and agricultural productivity (-12/-40%). The latent conflict between energy efficiency (≈60%) and water production is also increasing energy footprint/m3 of water used to produce food. The predicted future shortfalls in Water/Energy/Food (WEF) requires a NEXUS approach.
     
    NEX-LABS intends to contribute to the creation of a sustainable and resilient agrifood sector based on NEXUS driven Open Living Labs (NDOLL) approach, thus strengthening technology transfer, cooperation industry-academia, increasing commercialisation opportunities and innovation-driven growth. Throughout the project implementation, it is expected to reverse this trend and generate a mid- term impact through NDOLL approach to test, recommend and implement those integrated NEXUS technologies in the agri-food sector, complemented by products, services and programmes to boost linked businesses. NEX-LABS targets a plethora of stakeholders, including public institutions such as ministries and national agencies, research centers or universities, SMEs, entities of the entrepreneurship ecosystem such as companies/ technology transfer organizations /technological parks/venture capital/business angels, entities collaborating to the public debate such as communication multipliers/think tanks, civil society organizations.

    The main outputs derived from NEX-LABS activities include 2 NEXUS- Driven Open Living Labs established; 4 business ideas benefiting from acceleration grants; 16 testing and 42 acceleration vouchers allocated; a summer school celebrated with the participation of 50 entrepreneurs; 6 spin-offs established with 6 co-patents registered; a Job bank and 8 Join Research Contracts signed.

     

    About the partnership

    NEX-LABs project includes a partnership of 11 institutions (Autonomous University of Barcelona (ES), Chamber of Commerce and Industry of the Center (TN), Royal Scientific Society- Aqaba Liaison Center (JO), Berytech Foundation (LB), INNOLABS SRL (IT), Academy of Scientific Research and Technology (EG), American University of Beirut (LB), Centre for promotional services to enterprises – Special Agency of Cagliari Chamber of Commerce (IT), Net7 Srl (IT), C.I.P Citizens In Power (CY), The Jordanian Hashemite Fund for Human Development /Princess Basma Community Development Centre Aqaba (JO)) from 7 different countries across the Mediterranean. 

    With reference B_A2.1._0124, NEX-LABS project is funded by the EU under the ENI CBC Med Programme. With a total budget of €3.450.984,97, the project has received a contribution of € 3.105.866,47 (90%).
     
    About the programme

    The 2014-2020 ENI CBC Mediterranean Sea Basin Programme (http://www.enicbcmed.eu/)  is a multilateral Cross-Border Cooperation (CBC) initiative funded by the European Neighbourhood Instrument (ENI). The Programme objective is to foster fair, equitable and sustainable economic, social and territorial development, which may advance cross-border integration and valorise participating countries’ territories and values. 

    The following 13 countries participate in the Programme: Cyprus, Egypt, France, Greece, Israel, Italy, Jordan, Lebanon, Malta, Palestine, Portugal, Spain, Tunisia. The Managing Authority (MA) is the Autonomous Region of Sardinia (Italy). Official Programme languages are Arabic, English and French. 

    Download NEX-LABS announcement for institutional (PDF)

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2020 ]]> https://www.csimprese.it/P42A641C588S14/Bando-voucher-digitali-I4-0---Anno-2020.htm Thu, 23 Jul 2020 00:07:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A641C588S14/Bando-voucher-digitali-I4-0---Anno-2020.htm
    CHIUSURA ANTICIPATA DEI TERMINI 
     
    ATTENZIONE - Si comunica che i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al "Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2020" verranno chiusi anticipatamente alle ore 15:00 del 31/07/2020.
     
     
    La Camera di Commercio di Cagliari, per il tramite dell’Azienda Speciale Centro Servizi Promozionali per le Imprese, con il Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2020, intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici.
    Nello specifico s’intende rispondere ai seguenti obiettivi:
     
    • promuovere l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
     
    • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.
     
    A chi si rivolge
    Micro o Piccole o Medie imprese di tutti i settori economici che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto, abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Cagliari. 
     
     
    Natura ed entità del contributo
    Le agevolazioni saranno concesse alle imprese sotto forma di voucher, con il regime stabilito dal “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” .
    I voucher avranno un importo unitario massimo di euro 8.000,00, a fronte di un investimento minimo di euro 4.000,00. 
    L’entità dell’agevolazione è pari al 100% delle spese ammissibili.
    Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di Commercio di Cagliari, a disposizione dei soggetti beneficiari, ammontano ad euro 200.000,00. 
    Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00, nel limite del 100% delle spese ammissibili e una priorità in graduatoria, tenendo conto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande.
     
     
    Ambiti tecnologici d’intervento

    Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale ricompresi nel Bando dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2.

    Elenco 1:

    • robotica avanzata e collaborativa;
    • interfaccia uomo-macchina;
    • manifattura additiva e stampa 3D;
    • prototipazione rapida;
    • internet delle cose e delle macchine;
    • cloud, fog e quantum computing;
    • cyber security e business continuity;
    • big data e analytics;
    • intelligenza artificiale;
    • blockchain;
    • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
    • simulazione e sistemi cyberfisici;
    • integrazione verticale e orizzontale;
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
    • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
    • sistemi di e-commerce;
    • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
    • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
    • connettività a Banda Ultralarga.

     

    Elenco 2 (altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1)

    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
    • sistemi fintech;
    • sistemi EDI, electronic data interchange;
    • geolocalizzazione;
    • tecnologie per l’in-store customer experience;
    • system integration applicata all’automazione dei processi;
    • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
    • programmi di digital marketing.

     

    Spese ammissibili

    Sono ammissibili le spese per:
    • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando;
    • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti indicate dal Bando;
    • spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura (quali spese di istruttoria, interessi, premi di garanzia, ecc.) relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale riferiti agli ambiti tecnologici del Bando. Queste spese non possono superare il limite del 10% del costo totale del progetto finanziato.

    Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1 gennaio 2020, fino al 120° giorno successivo alla data di comunicazione all’impresa del provvedimento di concessione.

     
     
    Presentazione delle domande
    Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente via PEC, all’indirizzo csimprese@legalmail.it , dalle ore 8.00 del 30/07/2020, alle ore 21.00 del 31/10/2020.
     
     
    Documentazione

    Determinazione n. 114 del 22 luglio 2020  - Approvazione del Bando Voucher Digitali I4.0 - Anno 2020

    Bando

    Modulo Domanda

    Modulo Progetto

    Modulo Autocertificazione Fornitori

    Facsimile F23

     

     

    Rendicontazione

    L’erogazione del voucher avverrà solo dopo l’invio della rendicontazione da parte dell’impresa beneficiaria. La documentazione dovrà essere inviata all’indirizzo PEC csimprese@legalmail.it entro 30 giorni dalla data di chiusura del progetto, pena la decadenza del contributo: 

    Domanda di liquidazione

    Relazione finale

     

    Per informazioni

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari

     

    Alessia Bacchiddu

    Tel. 070 60512332 

     

    Alessandra Dessì

    Tel. 070 60512331 

     

    email: pidcagliari@csimprese.it

     

    ]]>
    CHIUSURA ANTICIPATA DEI TERMINI 
     
    ATTENZIONE - Si comunica che i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al "Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2020" verranno chiusi anticipatamente alle ore 15:00 del 31/07/2020.
     
     
    La Camera di Commercio di Cagliari, per il tramite dell’Azienda Speciale Centro Servizi Promozionali per le Imprese, con il Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2020, intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici.
    Nello specifico s’intende rispondere ai seguenti obiettivi:
     
    • promuovere l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
     
    • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.
     
    A chi si rivolge
    Micro o Piccole o Medie imprese di tutti i settori economici che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto, abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Cagliari. 
     
     
    Natura ed entità del contributo
    Le agevolazioni saranno concesse alle imprese sotto forma di voucher, con il regime stabilito dal “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” .
    I voucher avranno un importo unitario massimo di euro 8.000,00, a fronte di un investimento minimo di euro 4.000,00. 
    L’entità dell’agevolazione è pari al 100% delle spese ammissibili.
    Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di Commercio di Cagliari, a disposizione dei soggetti beneficiari, ammontano ad euro 200.000,00. 
    Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00, nel limite del 100% delle spese ammissibili e una priorità in graduatoria, tenendo conto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande.
     
     
    Ambiti tecnologici d’intervento

    Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale ricompresi nel Bando dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2.

    Elenco 1:

    • robotica avanzata e collaborativa;
    • interfaccia uomo-macchina;
    • manifattura additiva e stampa 3D;
    • prototipazione rapida;
    • internet delle cose e delle macchine;
    • cloud, fog e quantum computing;
    • cyber security e business continuity;
    • big data e analytics;
    • intelligenza artificiale;
    • blockchain;
    • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
    • simulazione e sistemi cyberfisici;
    • integrazione verticale e orizzontale;
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
    • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
    • sistemi di e-commerce;
    • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
    • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
    • connettività a Banda Ultralarga.

     

    Elenco 2 (altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1)

    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
    • sistemi fintech;
    • sistemi EDI, electronic data interchange;
    • geolocalizzazione;
    • tecnologie per l’in-store customer experience;
    • system integration applicata all’automazione dei processi;
    • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
    • programmi di digital marketing.

     

    Spese ammissibili

    Sono ammissibili le spese per:
    • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando;
    • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti indicate dal Bando;
    • spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura (quali spese di istruttoria, interessi, premi di garanzia, ecc.) relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale riferiti agli ambiti tecnologici del Bando. Queste spese non possono superare il limite del 10% del costo totale del progetto finanziato.

    Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1 gennaio 2020, fino al 120° giorno successivo alla data di comunicazione all’impresa del provvedimento di concessione.

     
     
    Presentazione delle domande
    Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente via PEC, all’indirizzo csimprese@legalmail.it , dalle ore 8.00 del 30/07/2020, alle ore 21.00 del 31/10/2020.
     
     
    Documentazione

    Determinazione n. 114 del 22 luglio 2020  - Approvazione del Bando Voucher Digitali I4.0 - Anno 2020

    Bando

    Modulo Domanda

    Modulo Progetto

    Modulo Autocertificazione Fornitori

    Facsimile F23

     

     

    Rendicontazione

    L’erogazione del voucher avverrà solo dopo l’invio della rendicontazione da parte dell’impresa beneficiaria. La documentazione dovrà essere inviata all’indirizzo PEC csimprese@legalmail.it entro 30 giorni dalla data di chiusura del progetto, pena la decadenza del contributo: 

    Domanda di liquidazione

    Relazione finale

     

    Per informazioni

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari

     

    Alessia Bacchiddu

    Tel. 070 60512332 

     

    Alessandra Dessì

    Tel. 070 60512331 

     

    email: pidcagliari@csimprese.it

     

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Atlantei40.it - il portale nazionale con la mappa delle strutture per l'innovazione e la digitalizzazione ]]> https://www.csimprese.it/P42A643C588S14/Atlantei40-it---il-portale-nazionale-con-la-mappa-delle-strutture-per-l-innovazione-e-la-digitalizzazione.htm Wed, 22 Jul 2020 00:07:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A643C588S14/Atlantei40-it---il-portale-nazionale-con-la-mappa-delle-strutture-per-l-innovazione-e-la-digitalizzazione.htm  

     

    Atlantei40.it è online il primo portale nazionale con la mappa delle 600 strutture per l’innovazione e la digitalizzazione.

     

    Nato dalla collaborazione tra Unioncamere e Ministero dello sviluppo economico, aiuta gli imprenditori ad orientarsi tra le principali strutture esistenti che supportano i processi di trasferimento tecnologico 4.0. 

     

    L’Atlante fornisce informazioni su: 

     

    • Competence Center (CC)  
    • Centri di Competenza ad alta specializzazione  
    • Digital Innovation Hub (DIH) e Ecosistema Digitale per l’Innovazione (EDI) delle Associazioni di categoria 
    • PID - Punti Impresa Digitale delle Camere di commercio
    • Centri di Trasferimento Tecnologico (CTT) certificati da Unioncamere
    • FabLAB per la manifattura additiva 
    • Incubatori Certificati per le startup innovative
    • Istituti Tecnici Superiori (ITS)

     

    ]]>
     

     

    Atlantei40.it è online il primo portale nazionale con la mappa delle 600 strutture per l’innovazione e la digitalizzazione.

     

    Nato dalla collaborazione tra Unioncamere e Ministero dello sviluppo economico, aiuta gli imprenditori ad orientarsi tra le principali strutture esistenti che supportano i processi di trasferimento tecnologico 4.0. 

     

    L’Atlante fornisce informazioni su: 

     

    • Competence Center (CC)  
    • Centri di Competenza ad alta specializzazione  
    • Digital Innovation Hub (DIH) e Ecosistema Digitale per l’Innovazione (EDI) delle Associazioni di categoria 
    • PID - Punti Impresa Digitale delle Camere di commercio
    • Centri di Trasferimento Tecnologico (CTT) certificati da Unioncamere
    • FabLAB per la manifattura additiva 
    • Incubatori Certificati per le startup innovative
    • Istituti Tecnici Superiori (ITS)

     

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ E-commerce - Accordo eBay e Camere di commercio ]]> https://www.csimprese.it/P42A644C588S14/E-commerce---Accordo-eBay-e-Camere-di-commercio.htm Wed, 22 Jul 2020 00:07:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A644C588S14/E-commerce---Accordo-eBay-e-Camere-di-commercio.htm eBay e il Sistema Camerale lanciano un progetto comune con l’obiettivo di aiutare le imprese italiane ad aprirsi al mercato online e promuovere il digitale come chiave di successo per i business tradizionali.

    In questa difficile fase economica, il progetto offre alle imprese strumenti semplici e accessibili per sfruttare il digitale e rilanciare la propria attività oltre i confini locali.

     

    LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE

     

    Il supporto alle imprese investe i diversi aspetti del loro processo di accesso all’e-commerce: dalle attività di formazione, al supporto commerciale, a quello promozionale e tecnico, il tutto finalizzato a favorire il loro ingresso sui canali di vendita on-line e ad operare al meglio sulla piattaforma eBay.

     

    In particolare, per le imprese aderenti:

     

    • 12 mesi gratuiti per l’apertura di un negozio Standard e 6 mesi gratuiti per il negozio Premium, oltre all’opportunità di non pagare alcuna tariffa sul venduto per 135 giorni dall’attivazione del negozio eBay e della promozione
    • ‘eBay University’, pagina dove le imprese potranno trovare materiale informativo, tutorial e tutto il supporto necessario per operare al meglio nel mercato online

     

     

    Per maggiori informazioni #ilmioecommerce: Camere di commercio e eBay per aiutare le imprese a sbarcare in rete -

     

    ]]>
    eBay e il Sistema Camerale lanciano un progetto comune con l’obiettivo di aiutare le imprese italiane ad aprirsi al mercato online e promuovere il digitale come chiave di successo per i business tradizionali.

    In questa difficile fase economica, il progetto offre alle imprese strumenti semplici e accessibili per sfruttare il digitale e rilanciare la propria attività oltre i confini locali.

     

    LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE

     

    Il supporto alle imprese investe i diversi aspetti del loro processo di accesso all’e-commerce: dalle attività di formazione, al supporto commerciale, a quello promozionale e tecnico, il tutto finalizzato a favorire il loro ingresso sui canali di vendita on-line e ad operare al meglio sulla piattaforma eBay.

     

    In particolare, per le imprese aderenti:

     

    • 12 mesi gratuiti per l’apertura di un negozio Standard e 6 mesi gratuiti per il negozio Premium, oltre all’opportunità di non pagare alcuna tariffa sul venduto per 135 giorni dall’attivazione del negozio eBay e della promozione
    • ‘eBay University’, pagina dove le imprese potranno trovare materiale informativo, tutorial e tutto il supporto necessario per operare al meglio nel mercato online

     

     

    Per maggiori informazioni #ilmioecommerce: Camere di commercio e eBay per aiutare le imprese a sbarcare in rete -

     

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2019 ]]> https://www.csimprese.it/P42A642C588S14/Bando-voucher-digitali-I4-0---Anno-2019.htm Wed, 10 Apr 2019 00:04:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A642C588S14/Bando-voucher-digitali-I4-0---Anno-2019.htm La Camera di Commercio di Cagliari ha approvato l'iniziativa “Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2019”, nell’ambito del progetto Punto Impresa Digitale (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), di tutti i settori economici attraverso:

    • la diffusione della "cultura digitale" tra le MPMI della circoscrizione territoriale camerale;
    • l'innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici;
    • il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0 implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dai PID.

     

    A chi è rivolto

    Le micro, piccole e medie imprese (MPMI) che, alla data di presentazione della domanda, abbiano sede legale e/o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Cagliari.

     

    Obiettivi

    Promuovere l'utilizzo da parte delle MPMI di servizi di consulenza e/o formazione e acquisto di beni e servizi strumentali, finalizzati all’introduzione delle tecnologie digitali, in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

    Il bando finanzia, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher), le seguenti misure di innovazione tecnologica I4.0:

    • Misura A – Progetti condivisi da più imprese (minimo 3, massimo 10)
    • Misura B – Progetti presentati da singole imprese.

     

    Natura ed entità del contributo

    Le agevolazioni saranno concesse alle imprese sotto forma di voucher, in regime de minimis.

    Investimento minimo: euro 5.000,00

    Importo contributo massimo: euro 10.000,00

     

    L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili.

    Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di Commercio di Cagliari, a disposizione dei soggetti beneficiari, ammontano ad euro 150.000,00 e sono suddivise nel modo seguente:

    • Misura A: Euro 50.000,00
    • Misura B: Euro 100.000,00.

    In entrambe le Misure (A e B), alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di Euro 250,00, nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

     

    Ambiti tecnologici d’intervento

    Le tecnologie di innovazione digitale I4.0 ricomprese nel Bando sono:

    Elenco 1

    • soluzioni per la manifattura avanzata
    • manifattura additiva
    • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
    • simulazione
    • integrazione verticale e orizzontale
    • Industrial Internet e IoT
    • cloud
    • cybersicurezza e business continuity
    • big data e analytics
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
    • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc)

    Elenco 2 (altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1)

    • sistemi di e-commerce
    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fintech
    • sistemi EDI, electronic data interchange
    • geolocalizzazione
    • tecnologie per l’in-store customer experience
    • system integration applicata all’automazione dei processi.

     

    Spese ammissibili:

    Per la Misura A e la Misura B sono ammissibili le spese per:

    1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando. Tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili;
    2. acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti previste dal Bando.

     

    Presentazione delle domande

    Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente via PEC, all’indirizzo cciaa@ca.legalmail.camcom.itdalle ore 8.00 del 10/04/2019, alle ore 21.00 del 15/07/2019.

    Si comunica che l'indirizzo PEC indicato nell'articolo 9 del Bando, contiene un errore di digitazione, pertanto le domande dovranno essere inviate a: cciaa@ca.legalmail.camcom.it 

     

    Documentazione

    Determinazione del Segretario Generale N. 123 – del 9 aprile 2019

     

    Bando

     

    Determinazione del Segretario Generale N. 356  del 23 dicembre 2019 - Approvazione elenco delle domande ammesse e finanziabili a valere sul Bando approvato con determinazione del Segretario Generale n. 123 del 9 aprile 2019 ed approvazione elenco delle domande ammesse non finanziabili

     

     

    MISURA A - MODULI

    Modulo Domanda

    Modulo Misura A

    Dichiarazione adesione - Scelta RT

    Dichiarazione RT possesso requisiti

    Dichiarazione ulteriore proponente

    Modello di dichiarazione de minimis

    Dichiarazione rating di legalità

     

    MISURA B – MODULI

    Modulo Domanda

    Modulo Misura B

    Autodichiarazione ulteriori fornitori - consulenza

    Modello di dichiarazione de minimis

    Dichiarazione rating di legalità

     

    MODULI RENDICONTAZIONE - MISURA A / MISURA B

    Domanda di liquidazione – Misura A / Misura B

    Relazione finale – Misura A

    Relazione finale – Misura B

    Report di maturità digitale Misura A / Misura B: “Selfi 4.0” e/o “Zoom 4.0”

     

    Scarica le cartelle compresse con i moduli:

    MISURA A - MODULI

    MISURA B – MODULI

    MODULI RENDICONTAZIONE MISURA A E MISURA B

     

    Per informazioni

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari

     

    Alessia Bacchiddu

    Tel. 070 60512332 

     

    Alessandra Dessì

    Tel. 070 60512331 

     

    email: pidcagliari@csimprese.it

    ]]>
    La Camera di Commercio di Cagliari ha approvato l'iniziativa “Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2019”, nell’ambito del progetto Punto Impresa Digitale (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), di tutti i settori economici attraverso:

    • la diffusione della "cultura digitale" tra le MPMI della circoscrizione territoriale camerale;
    • l'innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici;
    • il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0 implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dai PID.

     

    A chi è rivolto

    Le micro, piccole e medie imprese (MPMI) che, alla data di presentazione della domanda, abbiano sede legale e/o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Cagliari.

     

    Obiettivi

    Promuovere l'utilizzo da parte delle MPMI di servizi di consulenza e/o formazione e acquisto di beni e servizi strumentali, finalizzati all’introduzione delle tecnologie digitali, in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

    Il bando finanzia, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher), le seguenti misure di innovazione tecnologica I4.0:

    • Misura A – Progetti condivisi da più imprese (minimo 3, massimo 10)
    • Misura B – Progetti presentati da singole imprese.

     

    Natura ed entità del contributo

    Le agevolazioni saranno concesse alle imprese sotto forma di voucher, in regime de minimis.

    Investimento minimo: euro 5.000,00

    Importo contributo massimo: euro 10.000,00

     

    L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili.

    Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di Commercio di Cagliari, a disposizione dei soggetti beneficiari, ammontano ad euro 150.000,00 e sono suddivise nel modo seguente:

    • Misura A: Euro 50.000,00
    • Misura B: Euro 100.000,00.

    In entrambe le Misure (A e B), alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di Euro 250,00, nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

     

    Ambiti tecnologici d’intervento

    Le tecnologie di innovazione digitale I4.0 ricomprese nel Bando sono:

    Elenco 1

    • soluzioni per la manifattura avanzata
    • manifattura additiva
    • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
    • simulazione
    • integrazione verticale e orizzontale
    • Industrial Internet e IoT
    • cloud
    • cybersicurezza e business continuity
    • big data e analytics
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
    • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc)

    Elenco 2 (altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1)

    • sistemi di e-commerce
    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fintech
    • sistemi EDI, electronic data interchange
    • geolocalizzazione
    • tecnologie per l’in-store customer experience
    • system integration applicata all’automazione dei processi.

     

    Spese ammissibili:

    Per la Misura A e la Misura B sono ammissibili le spese per:

    1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando. Tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili;
    2. acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti previste dal Bando.

     

    Presentazione delle domande

    Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente via PEC, all’indirizzo cciaa@ca.legalmail.camcom.itdalle ore 8.00 del 10/04/2019, alle ore 21.00 del 15/07/2019.

    Si comunica che l'indirizzo PEC indicato nell'articolo 9 del Bando, contiene un errore di digitazione, pertanto le domande dovranno essere inviate a: cciaa@ca.legalmail.camcom.it 

     

    Documentazione

    Determinazione del Segretario Generale N. 123 – del 9 aprile 2019

     

    Bando

     

    Determinazione del Segretario Generale N. 356  del 23 dicembre 2019 - Approvazione elenco delle domande ammesse e finanziabili a valere sul Bando approvato con determinazione del Segretario Generale n. 123 del 9 aprile 2019 ed approvazione elenco delle domande ammesse non finanziabili

     

     

    MISURA A - MODULI

    Modulo Domanda

    Modulo Misura A

    Dichiarazione adesione - Scelta RT

    Dichiarazione RT possesso requisiti

    Dichiarazione ulteriore proponente

    Modello di dichiarazione de minimis

    Dichiarazione rating di legalità

     

    MISURA B – MODULI

    Modulo Domanda

    Modulo Misura B

    Autodichiarazione ulteriori fornitori - consulenza

    Modello di dichiarazione de minimis

    Dichiarazione rating di legalità

     

    MODULI RENDICONTAZIONE - MISURA A / MISURA B

    Domanda di liquidazione – Misura A / Misura B

    Relazione finale – Misura A

    Relazione finale – Misura B

    Report di maturità digitale Misura A / Misura B: “Selfi 4.0” e/o “Zoom 4.0”

     

    Scarica le cartelle compresse con i moduli:

    MISURA A - MODULI

    MISURA B – MODULI

    MODULI RENDICONTAZIONE MISURA A E MISURA B

     

    Per informazioni

    Centro Servizi Promozionali per le Imprese – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari

     

    Alessia Bacchiddu

    Tel. 070 60512332 

     

    Alessandra Dessì

    Tel. 070 60512331 

     

    email: pidcagliari@csimprese.it

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Contratti ]]> https://www.csimprese.it/P42A567C71S53/Contratti.htm Mon, 13 Jun 2016 00:06:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A567C71S53/Contratti.htm Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33

    Art. 37 - Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

    (articolo così sostituito dall'art. 31 del d.lgs. n. 97 del 2016)

    1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis e fermi restando gli obblighi di pubblicità legale, le pubbliche amministrazioni e le stazioni appaltanti pubblicano:

    a) i dati previsti dall'articolo 1, comma 32, della legge 6 novembre 2012, n. 190; 
    b) gli atti e le informazioni oggetto di pubblicazione ai sensi del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

     

    Affidamenti di servizi e forniture_anno 2016 (aggiornato al 13 giugno 2016) 

     

     

     

     

    ]]>
    Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33

    Art. 37 - Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

    (articolo così sostituito dall'art. 31 del d.lgs. n. 97 del 2016)

    1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis e fermi restando gli obblighi di pubblicità legale, le pubbliche amministrazioni e le stazioni appaltanti pubblicano:

    a) i dati previsti dall'articolo 1, comma 32, della legge 6 novembre 2012, n. 190; 
    b) gli atti e le informazioni oggetto di pubblicazione ai sensi del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

     

    Affidamenti di servizi e forniture_anno 2016 (aggiornato al 13 giugno 2016) 

     

     

     

     

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Enterprise Europe Network - Servizio di ricerca partner all'estero ]]> https://www.csimprese.it/P42A57C22S14/Enterprise-Europe-Network---Servizio-di-ricerca-partner-all-estero.htm Fri, 16 May 2014 00:05:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A57C22S14/Enterprise-Europe-Network---Servizio-di-ricerca-partner-all-estero.htm La rete Enterprise Europe Network offre la possibilità alle imprese di individuare partner all’estero al fine di avviare collaborazioni in ambito commerciale, tecnologico e di ricerca e sviluppo.
     
    Attraverso la banca dati POD- Partnering Opportunities Database è possibile ricercare direttamente il proprio partner negli oltre 50 Paesi coperti dalla rete.
     
    L'azienda può richiedere inoltre l'inserimento nella banca dati del profilo aziendale al punto EEN del Centro Servizi che provvederà a tradurlo in lingua inglese e pubblicarlo nel sistema per darne ampia divulgazione presso le aziende target.
     
    Il servizio è completamente gratuito ed ha una validità di 12 mesi.
     
    Per maggiori informazioni contattare: 
    Enterprise Europe Network
    Centro Servizi Promozionali per le Imprese
    Tel. 070 34996.307/322

     

    ]]>
    La rete Enterprise Europe Network offre la possibilità alle imprese di individuare partner all’estero al fine di avviare collaborazioni in ambito commerciale, tecnologico e di ricerca e sviluppo.
     
    Attraverso la banca dati POD- Partnering Opportunities Database è possibile ricercare direttamente il proprio partner negli oltre 50 Paesi coperti dalla rete.
     
    L'azienda può richiedere inoltre l'inserimento nella banca dati del profilo aziendale al punto EEN del Centro Servizi che provvederà a tradurlo in lingua inglese e pubblicarlo nel sistema per darne ampia divulgazione presso le aziende target.
     
    Il servizio è completamente gratuito ed ha una validità di 12 mesi.
     
    Per maggiori informazioni contattare: 
    Enterprise Europe Network
    Centro Servizi Promozionali per le Imprese
    Tel. 070 34996.307/322

     

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Online il nuovo sito del Centro Servizi per le Imprese ]]> https://www.csimprese.it/P42A48C2S1/Online-il-nuovo-sito-del-Centro-Servizi-per-le-Imprese.htm Tue, 02 Feb 2010 00:02:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A48C2S1/Online-il-nuovo-sito-del-Centro-Servizi-per-le-Imprese.htm Condivisione, apertura verso gli utenti e facilità di navigazione sono le parole chiave del nuovo sito e della newsletter del Centro Servizi Promozionali per le Imprese, realizzati da Retecamere.

    Il restyling è stato guidato dalle suggestioni del web 2.0, la nuova forma di internet basata sulla partecipazione alla creazione delle informazioni e alla semplificazione delle logiche di navigazione.

    In tema di condivisione delle informazioni, gli utenti possono votare le notizie e i contenuti che ritengono interessanti, per segnalare ad altri navigatori le informazioni più rilevanti. Inoltre le informazioni possono essere segnalate sui vari siti di social networking, per diffondere le notizie importanti tra i propri colleghi e amici.

    Per quanto concerne la navigazione, il sito unisce alla tradizionale struttura ad albero, un percorso di navigazione basato sui concetti, detti anche tag, con cui ogni singolo contenuto viene classificato. I concetti più salienti vengono mostrati in uno spazio dedicato nella home page chiamato tag cloud (nuvola di tag), un sistema grafico in cui i contenuti più salienti vengono mostrati con colore più marcato e dimensione più grande, per indicare anche visivamente all’utente quali sono gli argomenti più frequenti nel sito.
     
    Sul portale è presente inoltre il modulo di autoprofilazione delle imprese che consente alle stesse di essere inserite nel database di “Ciao Impresa” - il sistema di Customer Relationship Management del Sistema camerale - attraverso il quale il Centro Servizi è in grado di inviare in modo automatico informazioni personalizzate sulla base degli interessi manifestati, in modalità multicanale.
     
    ]]>
    Condivisione, apertura verso gli utenti e facilità di navigazione sono le parole chiave del nuovo sito e della newsletter del Centro Servizi Promozionali per le Imprese, realizzati da Retecamere.

    Il restyling è stato guidato dalle suggestioni del web 2.0, la nuova forma di internet basata sulla partecipazione alla creazione delle informazioni e alla semplificazione delle logiche di navigazione.

    In tema di condivisione delle informazioni, gli utenti possono votare le notizie e i contenuti che ritengono interessanti, per segnalare ad altri navigatori le informazioni più rilevanti. Inoltre le informazioni possono essere segnalate sui vari siti di social networking, per diffondere le notizie importanti tra i propri colleghi e amici.

    Per quanto concerne la navigazione, il sito unisce alla tradizionale struttura ad albero, un percorso di navigazione basato sui concetti, detti anche tag, con cui ogni singolo contenuto viene classificato. I concetti più salienti vengono mostrati in uno spazio dedicato nella home page chiamato tag cloud (nuvola di tag), un sistema grafico in cui i contenuti più salienti vengono mostrati con colore più marcato e dimensione più grande, per indicare anche visivamente all’utente quali sono gli argomenti più frequenti nel sito.
     
    Sul portale è presente inoltre il modulo di autoprofilazione delle imprese che consente alle stesse di essere inserite nel database di “Ciao Impresa” - il sistema di Customer Relationship Management del Sistema camerale - attraverso il quale il Centro Servizi è in grado di inviare in modo automatico informazioni personalizzate sulla base degli interessi manifestati, in modalità multicanale.
     
    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Agevolazioni fiscali per l'efficienza energetica ]]> https://www.csimprese.it/P42A53C20S13/Agevolazioni-fiscali-per-l-efficienza-energetica.htm Mon, 21 Dec 2009 00:12:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A53C20S13/Agevolazioni-fiscali-per-l-efficienza-energetica.htm Sono state confermate per il 2010 le detrazioni del 55% sull'efficienza energetica. Lo ha annunciato il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, rispondendo ai giornalisti a margine di un incontro organizzato a Copenaghen per il vertice Onu sul clima.

    "Per il 2010 – ha detto il ministro – è confermata nella Finanziaria la detrazione del 55%". Sgravi fiscali e incentivi ad hoc saranno destinati a tutte le famiglie che miglioreranno l'efficienza energetica della propria casa attraverso la riqualificazione degli edifici esistenti e la sostituzione dei motori elettrici con altri a più alta efficienza energetica. In merito agli edifici, l'azione del Governo mira ad agevolare con una minore pressione fiscale chi rende energeticamente più efficiente la propria abitazione e riduce allo stesso tempo la bolletta energetica.

    In particolare sono agevolati, tramite la detrazione dall’imposta lorda, gli interventi di:

    > Riqualificazione energetica degli edifici preesistenti (detrazione fiscale dalla imposta lorda sul reddito del 55% delle spese sostenute per la realizzazione interventi);
    > Efficientamento energetico dei processi produttivi tramite l’introduzione in azienda e l’utilizzo di motori elettrici ad elevata efficienza e inverter (detrazione fiscale dalla imposta lorda sul reddito del 20% delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi).

    Maggiori informazioni su: http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/

    Per alcune tipologie di interventi di efficienza energetica è possibile ottenere il rilascio dei Certificati bianchi. 

    The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Communities. The European Commission is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.


    Per maggiori informazioni su quest’argomento si può far riferimento a:
    http://www.nextville.it/index/509
    http://www.mercatoelettrico.org/It/Mercati/TEE/CosaSonoTee.aspx
    http://www.autorita.energia.it/ee/def.htm

    ]]>
    Sono state confermate per il 2010 le detrazioni del 55% sull'efficienza energetica. Lo ha annunciato il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, rispondendo ai giornalisti a margine di un incontro organizzato a Copenaghen per il vertice Onu sul clima.

    "Per il 2010 – ha detto il ministro – è confermata nella Finanziaria la detrazione del 55%". Sgravi fiscali e incentivi ad hoc saranno destinati a tutte le famiglie che miglioreranno l'efficienza energetica della propria casa attraverso la riqualificazione degli edifici esistenti e la sostituzione dei motori elettrici con altri a più alta efficienza energetica. In merito agli edifici, l'azione del Governo mira ad agevolare con una minore pressione fiscale chi rende energeticamente più efficiente la propria abitazione e riduce allo stesso tempo la bolletta energetica.

    In particolare sono agevolati, tramite la detrazione dall’imposta lorda, gli interventi di:

    > Riqualificazione energetica degli edifici preesistenti (detrazione fiscale dalla imposta lorda sul reddito del 55% delle spese sostenute per la realizzazione interventi);
    > Efficientamento energetico dei processi produttivi tramite l’introduzione in azienda e l’utilizzo di motori elettrici ad elevata efficienza e inverter (detrazione fiscale dalla imposta lorda sul reddito del 20% delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi).

    Maggiori informazioni su: http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/

    Per alcune tipologie di interventi di efficienza energetica è possibile ottenere il rilascio dei Certificati bianchi. 

    The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Communities. The European Commission is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.


    Per maggiori informazioni su quest’argomento si può far riferimento a:
    http://www.nextville.it/index/509
    http://www.mercatoelettrico.org/It/Mercati/TEE/CosaSonoTee.aspx
    http://www.autorita.energia.it/ee/def.htm

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ I corsi ]]> https://www.csimprese.it/P42A60C29S15/I-corsi.htm Mon, 21 Dec 2009 00:12:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A60C29S15/I-corsi.htm Lo schema di riconoscimento dei corsi di formazione in materia di EMAS ed Ecolabel prevede un percorso formativo articolato su due livelli per EMAS ed un percorso specifico per Ecolabel, integrabile con quello EMAS.

    Corso di primo livello
    Corso SE-RA
    È rivolto a revisori e consulenti ambientali EMAS che supportino le organizzazioni nell'attuazione e nella valutazione dei sistemi di gestione, nella effettuazione dell'analisi ambientale, nelle attività di audit interno e nella predisposizione della Dichiarazione Ambientale in relazione a specifici settori di attività.

    Corso SEE-CA
    È rivolto a consulenti Ecolabel esperti nelle attività tecniche aziendali e nella predisposizione dei documenti necessari per il rilascio del marchio Ecolabel di prodotto e/o di servizio.

    Corso di secondo livello
    Corso ME-VA
    Fornisce ulteriori metodologie e competenze specifiche per supportare chi dovrà operare autonomamente come auditor e/o per chi vorrà richiedere l'accreditamento come Verificatore Ambientale singolo.

    ]]>
    Lo schema di riconoscimento dei corsi di formazione in materia di EMAS ed Ecolabel prevede un percorso formativo articolato su due livelli per EMAS ed un percorso specifico per Ecolabel, integrabile con quello EMAS.

    Corso di primo livello
    Corso SE-RA
    È rivolto a revisori e consulenti ambientali EMAS che supportino le organizzazioni nell'attuazione e nella valutazione dei sistemi di gestione, nella effettuazione dell'analisi ambientale, nelle attività di audit interno e nella predisposizione della Dichiarazione Ambientale in relazione a specifici settori di attività.

    Corso SEE-CA
    È rivolto a consulenti Ecolabel esperti nelle attività tecniche aziendali e nella predisposizione dei documenti necessari per il rilascio del marchio Ecolabel di prodotto e/o di servizio.

    Corso di secondo livello
    Corso ME-VA
    Fornisce ulteriori metodologie e competenze specifiche per supportare chi dovrà operare autonomamente come auditor e/o per chi vorrà richiedere l'accreditamento come Verificatore Ambientale singolo.

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ I docenti ]]> https://www.csimprese.it/P42A61C29S15/I-docenti.htm Mon, 21 Dec 2009 00:12:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A61C29S15/I-docenti.htm La scuola assicura un corpo docente di alto profilo che offre competenze tecniche specialistiche per la fase d'aula e tutor in grado di dare supporto nei momenti applicativi del sistema di gestione ambientale o delle procedure per l'ottenimento del marchio Ecolabel.

    Sono 52 i docenti e tutor selezionati nel 2008 in base ai requisiti previsti dall’avviso pubblico:
    > laurea, dottorati di ricerca/corsi di specializzazione
    > esperienza in campo ambientale (4 anni)
    > esperienza nell'allestimento di Sistemi Gestione Ambientale
    > esperienza di docenze sui temi dei corsi (3 anni - 100 ore)
    > numero di imprese assistite per i sistemi di gestione ambientale
    > esperienza in consulenza legale per la legislazione ambientale
    > esperienza con le tecniche di audit ambientale
    > esperienza per organizzazione, gestione d'impresa e project management
    > esperienza nella analisi e valutazione di impatto ambientale.

    L’aggiornamento dell'albo docenti avviene periodicamente attraverso avviso pubblico.

    ]]>
    La scuola assicura un corpo docente di alto profilo che offre competenze tecniche specialistiche per la fase d'aula e tutor in grado di dare supporto nei momenti applicativi del sistema di gestione ambientale o delle procedure per l'ottenimento del marchio Ecolabel.

    Sono 52 i docenti e tutor selezionati nel 2008 in base ai requisiti previsti dall’avviso pubblico:
    > laurea, dottorati di ricerca/corsi di specializzazione
    > esperienza in campo ambientale (4 anni)
    > esperienza nell'allestimento di Sistemi Gestione Ambientale
    > esperienza di docenze sui temi dei corsi (3 anni - 100 ore)
    > numero di imprese assistite per i sistemi di gestione ambientale
    > esperienza in consulenza legale per la legislazione ambientale
    > esperienza con le tecniche di audit ambientale
    > esperienza per organizzazione, gestione d'impresa e project management
    > esperienza nella analisi e valutazione di impatto ambientale.

    L’aggiornamento dell'albo docenti avviene periodicamente attraverso avviso pubblico.

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ La certificazione energetica degli edifici ]]> https://www.csimprese.it/P42A55C20S13/La-certificazione-energetica-degli-edifici.htm Mon, 21 Dec 2009 00:12:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A55C20S13/La-certificazione-energetica-degli-edifici.htm La certificazione energetica è stata introdotta dalla Direttiva 2002/91/CE, con criteri vincolanti per tutti gli Stati membri. È stata recepita in Italia con i Decreti legislativi 192/2005 e 311/2006 e attuata con il DPR 59/2009 e con il DM Sviluppo economico 26 giugno 2009.

    Gli obiettivi della certificazione
    L’obiettivo principale è certamente quello di una sensibile riduzione dei consumi energetici, a partire dai nuovi edifici e via via, grazie agli incentivi, anche in tutto il parco costruito del nostro paese. Ma, attraverso una chiara identificazione della classe di consumo delle unità immobiliari si otterrà anche una maggiore trasparenza nel mercato immobiliare, nel quale verranno finalmente premiati gli immobili con certificazione energetica di classe superiore.

    In cosa consiste la certificazione
    Certificare un edificio dal punto di vista energetico significa dotarlo di un “punteggio” sulla sua maggiore o minore capacità di sfruttare le risorse energetiche, in primo luogo rispetto alle sue necessità di riscaldamento.
    Il punteggio ottenuto dall'edificio, o dalla singola unità immobiliare, viene espresso in classi, con un meccanismo per molti versi analogo a quello utilizzato per gli elettrodomestici.

    Le variabili che entrano in gioco sono numerosissime. Eccone alcune che aiutano a capire come mai il dibattito su questo tema sia così complesso e si sia trascinato così a lungo:
    > la zona in cui si trova l’edificio, dunque le temperature medie esterne, i giorni di irraggiamento solare, la sua esposizione rispetto al sole;
    > le caratteristiche costruttive dell’edificio: quanto le pareti, le parti vetrate, le coperture sono in grado di isolare rispetto all’esterno, facilitando l’irradiamento solare e evitando le dispersioni di calore;
    > la forma dell’edificio: il rapporto tra la superficie e volume (es. villetta monofamiliare o grattacielo), che costituisce una bella differenza rispetto al fabbisogno energetico per il riscaldamento;
    > i consumi per l’illuminazione, il raffrescamento, e così via.

    La complessità del calcolo e delle valutazione è alla base della pubblicazione, da parte del legislatore italiano, delle Linee guida nazionali e del sistema di attribuzione alle classi energetiche.

    Va inoltre ricordato che ci sono diversi metodi e software per valutare i fabbisogni energetici e dunque per certificarli.

    Per conoscere i tempi e le scadenze per la certificazione clicca su http://www.nextville.it/index/348, sito che appartiene al network di Edizioni Ambiente.

     Fonte: www.nextville.it

     

     

    The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Communities. The European Commission is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.

     

     

     

    ]]>
    La certificazione energetica è stata introdotta dalla Direttiva 2002/91/CE, con criteri vincolanti per tutti gli Stati membri. È stata recepita in Italia con i Decreti legislativi 192/2005 e 311/2006 e attuata con il DPR 59/2009 e con il DM Sviluppo economico 26 giugno 2009.

    Gli obiettivi della certificazione
    L’obiettivo principale è certamente quello di una sensibile riduzione dei consumi energetici, a partire dai nuovi edifici e via via, grazie agli incentivi, anche in tutto il parco costruito del nostro paese. Ma, attraverso una chiara identificazione della classe di consumo delle unità immobiliari si otterrà anche una maggiore trasparenza nel mercato immobiliare, nel quale verranno finalmente premiati gli immobili con certificazione energetica di classe superiore.

    In cosa consiste la certificazione
    Certificare un edificio dal punto di vista energetico significa dotarlo di un “punteggio” sulla sua maggiore o minore capacità di sfruttare le risorse energetiche, in primo luogo rispetto alle sue necessità di riscaldamento.
    Il punteggio ottenuto dall'edificio, o dalla singola unità immobiliare, viene espresso in classi, con un meccanismo per molti versi analogo a quello utilizzato per gli elettrodomestici.

    Le variabili che entrano in gioco sono numerosissime. Eccone alcune che aiutano a capire come mai il dibattito su questo tema sia così complesso e si sia trascinato così a lungo:
    > la zona in cui si trova l’edificio, dunque le temperature medie esterne, i giorni di irraggiamento solare, la sua esposizione rispetto al sole;
    > le caratteristiche costruttive dell’edificio: quanto le pareti, le parti vetrate, le coperture sono in grado di isolare rispetto all’esterno, facilitando l’irradiamento solare e evitando le dispersioni di calore;
    > la forma dell’edificio: il rapporto tra la superficie e volume (es. villetta monofamiliare o grattacielo), che costituisce una bella differenza rispetto al fabbisogno energetico per il riscaldamento;
    > i consumi per l’illuminazione, il raffrescamento, e così via.

    La complessità del calcolo e delle valutazione è alla base della pubblicazione, da parte del legislatore italiano, delle Linee guida nazionali e del sistema di attribuzione alle classi energetiche.

    Va inoltre ricordato che ci sono diversi metodi e software per valutare i fabbisogni energetici e dunque per certificarli.

    Per conoscere i tempi e le scadenze per la certificazione clicca su http://www.nextville.it/index/348, sito che appartiene al network di Edizioni Ambiente.

     Fonte: www.nextville.it

     

     

    The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Communities. The European Commission is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.

     

     

     

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Link utili ]]> https://www.csimprese.it/P42A62C29S15/Link-utili.htm Mon, 21 Dec 2009 00:12:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A62C29S15/Link-utili.htm Per conoscere le normative EMAS adottate dalla Commissione Europea la Direzione Generale Ambiente ha pubblicato un sito dedicato in lingua inglese
    http://ec.europa.eu/environment/emas/index_en.htm

    Per conoscere le normative Ecolabel adottate dalla Commissione Europea la Direzione Generale Ambiente ha pubblicato un sito dedicato in lingua inglese
    http://ec.europa.eu/environment/ecolabel/index_en.htm

    L’ISPRA  - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale dedica alle certificazioni ambientali EMAS ed Ecolabel un sito da cui è possibile scaricare normative e trovare informazioni utili
    http://www.isprambiente.it/certificazioni/site/it-IT/

    ]]>
    Per conoscere le normative EMAS adottate dalla Commissione Europea la Direzione Generale Ambiente ha pubblicato un sito dedicato in lingua inglese
    http://ec.europa.eu/environment/emas/index_en.htm

    Per conoscere le normative Ecolabel adottate dalla Commissione Europea la Direzione Generale Ambiente ha pubblicato un sito dedicato in lingua inglese
    http://ec.europa.eu/environment/ecolabel/index_en.htm

    L’ISPRA  - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale dedica alle certificazioni ambientali EMAS ed Ecolabel un sito da cui è possibile scaricare normative e trovare informazioni utili
    http://www.isprambiente.it/certificazioni/site/it-IT/

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )
    <![CDATA[ Link utili ]]> https://www.csimprese.it/P42A63C23S14/Link-utili.htm Mon, 21 Dec 2009 00:12:00 GMT Rss https://www.csimprese.it/P42A63C23S14/Link-utili.htm Per collegarsi ad una rete fisica e virtuale di sportelli che offrono servizi per l’orientamento, tirocini formativi, e promozione dell’alternanza scuola-lavoro cliccare su
    www.polaris.unioncamere.it

    Per essere guidati, attraverso internet, a ricercare strumenti e servizi per agevolare le scelte formative e lavorative lungo tutto l’arco della vita cliccare su
    www.jobtel.it

    Per approfondire  le tematiche relative alla mappatura e alla specificazione qualitativa dei fabbisogno professionali e formativi espressi dalle imprese cliccare su http://excelsior.unioncamere.net/web/index.php

    ]]>
    Per collegarsi ad una rete fisica e virtuale di sportelli che offrono servizi per l’orientamento, tirocini formativi, e promozione dell’alternanza scuola-lavoro cliccare su
    www.polaris.unioncamere.it

    Per essere guidati, attraverso internet, a ricercare strumenti e servizi per agevolare le scelte formative e lavorative lungo tutto l’arco della vita cliccare su
    www.jobtel.it

    Per approfondire  le tematiche relative alla mappatura e alla specificazione qualitativa dei fabbisogno professionali e formativi espressi dalle imprese cliccare su http://excelsior.unioncamere.net/web/index.php

    ]]>
    redazione@csimprese.it ( Redazione csimprese.it )